[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


UN POPOLO STERCOITALICO IN UNA SANITA’ DA ORRORE (QUI AL NORD, IMMAGINATE AL SUD)

 

Pochi giorni fa è morto di cancro il padre di un amico carissimo. Stava bloccato, per le condizioni di terminalità, in una città del Sud Italia. Ho tentato con tutto ciò che potevo di farlo risalire al Nord, ma lui era intrasportabile. E’ morto di cancro contorcendosi dal dolore e il massimo che gli davano era Valium.

Nel 1998 io e Piero Giansanti di REPORT-Gabanelli facemmo un’inchiesta sulla palliazione del dolore terminale, l’Italia per uso di morfina stava in graduatoria mondiale sotto la Tunisia… (abbiamo il Vaticano, crepare urlando pulisce i peccati e vai da Dio dopo, sai?). Al Nord Italia le cose sono migliorate, con la creazione degli Hospice, ma al Sud (visto che il 90% là è fiero d’a Gamorra, o d’a Mmmaffia, sono ancora a livello africano nella Medicina).

No, ma aspettate, perché uno a sto punto dice, per fortuna che vivo al nord, eh?

Domanda: quale Sanità regionale PUBBLICA è la più stimata d’Italia? Emilia Romagna. Ma assolutamente no, anche quella è a chiazza di leopardo e la regola clinica metodologica del sevizio sanitario PUBBLICO emiliano prende il nome scientifico di:

O TI VA DI CULO O SEI MORTO.

Significa che se incappi in un Porf. Festi, in una Dott.ssa Muratori, nell’oncologa Danila Valenti, nei chirurghi Minni e Casadei, nelle neuroscienze di Rocco Liguori o Cirignotta, o nella cardiologia di Semprini, o nell’oncologia ematica del Seragnoli, e in una limitata lista come loro, sei salvo, se no cazzi tuoi come a Catania.

Mamma Cobra (MC) si ruppe il secondo femore un mese fa. Ha 93 anni. Oggi visita di controllo agli ambulatori del prestigioso Ortopedico Rizzoli. Partono MC, Christian Paucara de la Cruz (il badante di MC, quello che scavava oro nelle miniere dell’Amazzonia) e Cobra. Appuntamento ore 8:50. Mamma Cobra ha 93 anni, soffre d'infarto con bypass, ictus, fibrillazione atriale, è cieca, e manco si regge in piedi, Ogni tanto sul taxi Cobra le fa un urlo (gentile) “OHI! Ci sei? Sei morta?”. MC in effetti sembra defunta, infatti il taxista la guarda preoccupato, ma poi lei si scuote e “SI’, Paolo, ma Rampini l’hai poi conosciuto o no?”. Vabbé.

Negli ambulatori, giuro, regna il caos, un bailamme da girone infernale, chiamano numeri alla cazzo, tipo 145 ambulatorio 2, 357 ambulatorio 3. Cobra si guarda intorno e cosa vede? Eh?

Gli Italians in circa 300, sciancati, ammalati coi parenti, tutti ZITTI ZITTI sti cagoni, salvo poi bofonchiare a bassa voce “che zzzzzchifo, mah!”.

Sono le 10:20 ancora nessun segno di vita, io a voce alta a MC: “Mamma andiamocene a casa, sti cazzari sono nella merda, tanto i RX non ti servono a un cazzo, mamma, LIBERIAMO UN POSTO PER GLI AMMALATI GIOVANI! Tu hai 100 anni e sei fatta di titanio, andiamo a casa!”.

Indovinate GLI ITALIANS a cui stavo OFFRENDO UN POSTO DA ASPETTARE IN MENO a favore di gente più ammalata di mia madre MC, e più giovane di lei….

IMMAGINATE GLI ITALIANS…

Salta su un cretino e mi fa “La smette di disturbare lei?”. Lo guardo. Faccio cadere lo zaino e gli sono addosso, stavolta sto Italians lo disfo. Tecnica classica per evitare la sua testata, naso contro naso, lui indietreggia, interviene un infermiere del 118 di 140 kg, giuro, una panza come la fontana di Trevi, lo sfanculo:

LEVATI DAL CAZZO OBESO CHE HAI 4 CORONARIE TAPPATE E CREPI QUI D’INFARTO!”. Lui in effetti ci rimane male e si ferma. L’altro svicola urlando che chiama i Carabinieri. Io torno da MC: “Mamma andiamocene a casa, sti cazzari sono nella merda, tanto i RX non ti servono a un cazzo, mamma, LIBERIAMO UN POSTO PER GLI AMMALATI GIOVANI! Tu hai 100 anni e sei fatta di titanio, andiamo a casa!”.

Un’infermiera s’avvicina e tenta di…. Sticazzi, parto come una furia e su 16 ambulatori spalanco le porte di 16 ambulatori… di occupati ce n’erano 5, gli altri vuoti. A questo punto sono un Cobra con la sifilide, anche perché sono le 11:45 e mia madre crolla con la testa. Esce un medico che gentile mi dice bla bla… Io: “MA LEI NON C’ENTRA UN CAZZO, QUESTA E’ LA MERDA DELLA SANITA’ DEL PD CHE STI PEZZENTI IN SALA D’ATTESA VOTANOOOOOOO!”.

C’è una signora su carrozzina – ricordate sempre che io cercavo di liberare un posto per sto bestiame italico a LORO FAVORE ok? – la signora in inglese mi dice “Can you be quiet plase?” EHHHHH? Io “You fucking British idiot, go get your shitty NHS from Ms Theresa May, and fuck off”.

Arrivano i Carabinieri, chiccazzo se li caga, io entro nella guardiola degli infermieri e urlo:

SE MIA MADRE DI 93 ANNI CON ICTUS, INFARTO, CIECA, INVALIDA E UNA FIBRILLAZIONE ATRIALE VI CREPA QUI, VI PELO IL CULO IN TRIBUNALE, TESTE DI CAZZO DELLA SANITA’ PD!!!!!!” e mi giro verso la bolgia di pazienti e gli ri-urlo “teste di cazzo che votate PD, poi siete qui con della facce da cazzo a chiedervi perché non vi curano, coglioni!”. Un Carabiniere tenta di toccarmi un braccio, il collega lo porta via, spariscono.

A quel punto, lettori, succede l’indicibile della vergogna: un’infermiera mi si avvicina e mi sussurra nell’orecchio:

Continui così, faccia un macello, è l’unica speranza che ha che sua madre venga vista prima delle 15…”. L’appuntamento era per le 8:50.

Ora sono alla ricerca del cretino di prima e del 118 obeso, cerco la rissa, voglio la rissa, giro ovunque come una SS armata, ma non li trovo… mi ricordo solo qualche camice bianco che tenta di bofonchiare qualcosa ma non li cago anche perché se mi giro gli stampo tutti gli anelli negli incisivi…

A quel punto MC viene miracolosamente, CHISSA’ PERCHE’!!!, portata in un ambulatorio e visitata all'istante e dimessa, sono le 13:10.

Il resto del BESTIAME ITALICO E’ ANCORA LI’ AD ASPETTARE E SE LO MERITA, ANZI, MERITAVANO DI CREPARE A CASA, ste vili merde italiche. Che ci fosse stato UNO, dico UNO, che per amore di un suo caro sofferente mi avesse dato una mano in sta rissa sanitaria per i propri diritti… NESSUNO, bestiame italico pietrificato dal timore del Signor Dottore. Crepino.

Alla fina quando il gentile medico ha finalmente visitato MC, che come da me previsto 5 ore prima non aveva bisogno di un cazzo, io dico a lui e all’infermiera: “Sono 35 anni che lotto per voi”.

Loro? Muti. Bestiame italico, siete bestiame. Paolo Barnard, 1 su 300 esseri umani a reclamare diritti là dentro. E poi vorremmo combattere la UE e la Blockchain? eh Zoccarato, Sovranisti? Ma andate a cagare fighetti insulsi.

Italiani siete delle vili bestie, e vi meritate il peggio Italians, cioè il vostro PD, perché io ste scene, che poi mi costano antidepressivi, alcool e disperazione, le faccio per voi letame italico da 35 anni, e voi non ci siete mai. MAI a darmi manforte.

Crepate bestiame.

Christian Paucara de la Cruz all’uscita mi dice “Grazie Paolo, dovevamo lottare così anche noi scavatori in Amazzonia, grazie Paolo, la mia Signora ora è stanca”.

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...