[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


FIGLIE DI UNO STUPRO MINORE. VERGOGNA ITALIA N. DIECIMILA.

 

Non ci smentiamo mai, siamo un popolo che non ce la può fare, e in questo caso è gravissimo.

Diedi conto nell’articolo sotto in link (fate copiaincolla) di una storia tragica che coinvolge una piccola Down di 12 anni, sessualmente molestata con violenza da quattro compagni di classe in bagno, sembrerebbe. Leggete la storia. Poi continuo

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1705

La madre della piccola è mia amica e ne conosco oggi la straziante sofferenza per aver ottenuto solo le minime attenzioni dalla magistratura e per il muro di gomma descritto nell’articolo. Cercate solo d’immaginare per favore.

Allora a Barnard viene questa idea: chiamo la madre e le propongo come gesto di parziale guarigione di agire! Cioè di organizzare un evento nazionale con le Associazioni dei Down, con esperti, psicologi, la stampa e giuristi dal titolo:

FIGLIE DI UNO STUPRO MINORE.

Dice tutto, questo schifo deve venire allo scoperto in grande. So dai colleghi delle cronache locali italiane che casi del genere sono tantissimi, e quasi mai raggiungono i media nazionali, meno che meno giustizia. Si sa no? Una Down di 12 anni… “ma quella è mongoloide, s’inventa tutto, l’ha visto in un film, vogliamo rovinare dei ragazzini per bene per le fantasie di una minorata?”…….

Contatto quattro delle maggiori Associazioni italiane per la tutela dei Down. Sono: Anna Contardi  di AIPD – COORDOWN  con Roberta Ibba – AGPD e Marina Pillitteri – e VIVIDOWN  con Stella Forti. E gli parlo prima personalmente qualificandomi, poi gli mando la proposta scritta del convegno FIGLIE DI UNO STUPRO MINORE.

Mi risponde per prima la Dott.ssa Anna Contardi  di AIPD, che si dice interessata, ma ha delle perplessità. Cioè? A suo dire è un affare delicato e rischioso perché si corre il rischio di inficiare il lavoro di educazione a una vita sessuale felice anche per i Down.

Eh? Ma che c’entra? Allora se si parla di bullismo in classe, si rischia di compromettere il giusto sistema scolastico? Lei mi risponde sempre incerta ma disponibile a discuterne, io mi irrito, e le pongo la questione in termini Sì o No? Cristo, parliamo di stupri di orrore liquido, perché inflitti alle più indifese delle indifese. Si può forse stare a dire bè sì, ok, ma… mi… mo… mu? C’è da dire SI FA, CAVOLO ECCOME CHE SI FA. Ma no.

Le altre tre Associazioni neppure mi hanno risposto. Sì, avete letto bene. Neppure considerato, me, e soprattutto le FIGLIE DI UNO STUPRO MINORE. Spariti. Congratulations.

Stop, siamo Italians, non ce la faremo mai, in nulla.

Amore e solidarietà alla piccola e alla madre.

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...