[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


PARLANDO DI PRIORITA’ DELLE DONNE. ORRORE PANCHAYAT.

 

Non dico il Fatto Quotidiano, il TG3 o Donna, per carità roba pollitalica. Parlo del New York Times, dello Frankfurter Allgemeine Zeitung, di Le Monde, della BBC, di Sky. Quali erano le priorità della prima pagina di ieri?

Eccole: Sean Spicer, portavoce di Trump, sul battibecco con la Merkel. Jeremy Corbyn vincerà le elezioni in Brexit Britain? Uber che si scazzotta con Google per le auto driverless. Oppure che Arianna torna a suonare in Manchester dopo la strage.

Nel mio mondo, e nel mondo delle donne occidentali (scritto con la d rigorosamente minuscola), le prima pagine di ieri dovevano essere questa:

RAGAZZA DI 19 ANNI CONDANNATA A MORTE IN PAKISTAN PER ESSERE STATA STUPRATA.

Il Pakistan, come la Cina o l’India, sono i cosiddetti Nuovi Poteri mondiali, hanno l’atomica, e anche però ancora una sperequazione sociale da far esplodere il cervello. In quei posti passi dall’Hotel che ha già i camerieri COBOTS Dornes con camere da 800 dollari a notte, alla barbarie dell’anno 1.200 DC nell’arco di 300 km.

Ma il punto sta sotto, fateci caso.

Il fatto a cui mi riferisco non ha nulla di nuovo. Ne abbiamo sentite diecimila così, in alcuni rarissimi casi qualche buona anima occidentale lanciò anche delle campagne, firme, petizioni ecc. Non è questo il punto.

La ragazza in questione ha avuto un coraggio inimmaginabile per essere una che vive in un villaggio montagnoso del Pakistan. Il coraggio di andare dalla Polizia a denunciare lo stupro, molte non lo fanno neppure a Catania o a Mantova. Manco il tempo di uscire dalla stazione locale, che 4 uomini del Panchayat del villaggio, il tribunale tribale tradizionale, l’hanno brancata, trascinata davanti alla famiglia dello stupratore, che ha preteso la condanna a morte della 19enne, per ripulire l’onta dell’offesa….. La condanna a morte è stata sentenziata.

Lo zio della giovane l’ha però nascosta, e solo dopo che lui ha contemporaneamente chiamato un reporter del Express Tribune, si è ripresentato dalla polizia locale e i tavoli si sono ribaltati. La polizia avrebbe, secondo l'Express Tribune, spiccato un mandato di cattura per gli accusatori e i membri del Panchayat, se questo è credibile. Purtroppo molto poco.

Ad ora non si sa esattamente se la ragazza sia viva, dove sia. Diciannove anni, innocente, perduta impaurita, stuprata, forse già sgozzata.

Ma vogliamo parlare di donne? Allora ecco il punto: 

Se una notizia così la scovo io, se io gli do priorità assoluta, io reporter maschio (misogino) io che non ho una redazione, non ho gli screen delle Agenzie Stampa mondiali a un metro da me come invece hanno le redazioni dei Big, allora mi chiedo perché le altolocate giornaliste (la g rigorosamente minuscola) dei Big, meno che meno le Olgettine dei blog del FQ Peter Gomez, non ne fanno mai una prima pagina, non ne fanno mai la priorità del giorno? EH? DONNE (rigorosamente con la d minuscola)?

Lo avete oggi il potere di farne una prima pagina, voi Lilly Gruber, voi Daria Bignardi, voi Concita de Gregorio, voi Lucia Annunziata, voi Raggi (poi mi fermo perché sto vomitando i crostini all’acciuga). Ma no.

E dovreste giornaliste farne una prima pagina di regola, perché come ho detto questi casi non sono affatto una novità. Cosa cambierebbe?

Immaginate oggi – dove le opinioni pubbliche accorciano gli olocausti delle guerre mediorientali di 15-20 anni minimo (qualcuno ricorda Sabra e Chatila e la guerra civile in Libano?), schiacciano i Colossi del petrolio sulle rinnovabili, costringono il Congresso USA a disingaggiare i Sauditi e Israele per la prima volta in 50 anni, eleggono il Presidente USA e staccano la Gran Bretagna dall’Europa, preoccupano Goldman Sachs – immaginate se questi casi da orrore liquido contro ste povere martiri fossero sulle prime pagine del NY Times, Washington Post, Le Monde, o il Frankfurter Allgemeine Zeitung, poi all’apertura dei TG seri, e sì, anche nella pollitalica stampa italica, immaginate… donne, voi donne.

Immaginate cosa cambierebbe per le Donne del mondo povero (la D rigorosamente maiuscola qui), immaginate voi donnette, occidentali.

Le donnette di Concita de Gregorio, della Raggi… facci affidamento.

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...